Milano
2012
Fresco Fresco

Sabato 24 / Domenica 25
Novembre 2012
Spazio ex-Ansaldo

15.000 visitatori, 10 tonnellate di panettone tra tagliato e venduto

La quinta edizione di Re Panettone-Milano si è tenuta come l’anno precedente presso lo Spazio A ex-Ansaldo, via Bergognone A. da Fossano 34, nei giorni 24-25 novembre.

Trentasei fra i migliori pasticcieri italiani si sono riuniti per far proporre ai milanesi e ai gastroturisti i loro panettoni artigianali e altri lievitati d’eccellenza. Gli assaggi, come sempre, erano gratuiti, mentre il prezzo al chilo era di 20 €, uguale per tutti i dolci in mostra.

La manifestazione è stata organizzata dall’Associazione Amici del Panettone, presieduta da Sabrina Dallagiovanna, segretario e ideatore dell’evento, Stanislao Porzio.

Grande successo anch quest’anno: i visitatori sono stati 15.000 e le tonnellate di panettone, tra dolci tagliati per l’assaggio e dolci venduti, sono state ben 10. L’incremento di visitatori, che pure è stato sensibile rispetto ai 13.500 dello scorso anno, è stato percentualmente inferiore a quello dei panettoni venduti. Un dato che fa riflettere, in un periodo di crisi.

Quest’anno è stato denso di novità. La prima ha riguardato l’ingredientistica. Re Panettone® 2012 ha accolto solo lievitati privi di conservanti, emulsionanti e altri additivi artificiali, quindi prodotti freschi e naturali, doti che ne esaltavano l’artigianalità.

L’industria, ormai, è in grado di realizzare prodotti di qualità, con ottime materie prime. L’unico vero discrimine tra artigianale e industriale, numeri a parte, può essere la freschezza. Mentre le aziende industriali devono prevedere per i loro prodotti una shelf life piuttosto lunga e, quindi, ricorrere a conservanti o a emulsionanti, i veri artigiani, che conoscono la loro clientela, possono puntare sulla freschezza e sulla naturalità dei loro prodotti. Un vero prodotto artigianale, perciò, non avrà mai la durata di un prodotto industriale, ma c’è chi ne sa apprezzare la differenza.