Re Panettone

Accedi / Registrati / Account

Milano 2023

La biglietteria tornerà operativa a breve, vi invitiamo a riprovare più tardi.

L'agenda del Re

Sede e Orari

  • Parco Esposizioni Novegro, via Novegro, Segrate, Milano

  • Sabato 2 dicembre, ore 10.00-20.00

  • Domenica 3 dicembre, ore 10.00-19.00  

Modalità e costi ingresso

  • Gli ingressi sono scaricabili dalla biglietteria di questo sito

  • Ingresso: gratuito

  • Ingresso come Giurato Popolare per una categoria (o Panettone o
    Lievitato innovativo): € 6,00*

  • Ingresso come Giurato Popolare per entrambe le categorie: € 10,00*

  •  Accesso facilitato per i diversamente abili e per le signore in stato
    interessante

  • Parcheggio auto per l’intera giornata: € 3,00, da pagare in loco

* i membri della Giuria Popolare godranno anche di accesso prioritario

Attività

  • Mostra mercato di lievitati d’arte (fiera nazionale accreditata dalla Regione Lombardia)

  • Premio al miglior panettone e al miglior lievitato innovativo
    conferito dalle Giurie Tecniche

  • Premio al miglior panettone e al miglior lievitato innovativo
    conferito dalla Giuria Popolare

  • Laboratori Crescendo per ragazzi dagli 8 ai 13 anni (costo 12 euro)

Informazioni utili

PREZZO LIEVITATI

  • € 32,00 al chilo
  • CONSERVATE GLI SCONTRINI: persone della sicurezza controlleranno a campione la congruenza tra gli scontrini e i panettoni acquistati. Ci scusiamo per il disagio.

ANIMALI: NON AMMESSI

Essendo Re Panettone® una manifestazione gastronomica, i nostri amici a quattro zampe purtroppo non possono intervenire.

COME ARRIVARE

  • In auto (è disponibile un ampio parcheggio; costo per l’intera giornata: € 3,00, da pagare in loco)

    • Dal centro città: Via Rivoltana o viale Enrico Forlanini

    • Da Tangenziale Est: uscita n.6 Linate

    • Da Venezia: A35 direzione Milano – uscita Novegro – Tregarezzo

    • Da Torino: A4 direzione Venezia – tangenziale est – uscita n. 6 Linate

    • Da Bologna: A1 direzione Milano – tangenziale est – uscita n. 6 Linate

  • In metro

    • fermata
      Linate Aeroporto della Linea blu

 
  • In autobus

    • Linea 973/ – direzione S. Felicino (bus stop: Novegro)

    • Linea 923/ 
      direzione Milano 2 (bus stop: Novegro

  • In treno, da Stazione Milano Centrale

    • Navetta Starfly: direzione Aeroporto di Milano-Linate (servizio dalle ore 5.30 alle ore 22.30 – costo euro 5,00) – > Linea 973/ (bus stop: Novegro)

    • MM/Passante ferroviario: Linea M3 (stop Repubblica) -> Milano Repubblica Linee S5/S6 (stop: Milano Dateo) -> Linea M4 (stop Linate Aeroporto)

I Pasticcieri presenti

Apri la tendina qui sotto; scoprirai l’elenco di tutti i pasticcieri presenti a Re Panettone® Milano 2023.

Pasticceria: Armando Pascarella

Capo pasticciere: Armando Pascarella

San Felice a Cancello (CE)

Pasticceria: Ascolese

Capo pasticciere: Fiorenzo Ascolese

S. Valentino Torio (SA)

Pasticceria: Bruno American Bar

Capo pasticciere: Bruno Armenia

Ispica (RG)

Pasticceria: Bruzia Dolce

Capo pasticciere: Francesco Bonarrigo

Lamezia Terme (CZ)

Pasticceria: Cappiello

Capo pasticciere: Michele Cappiello 

S. Maria Capua Vetere (CE)

Pasticceria: Comi

Capo pasticciere: Emanuele Comi 

Missaglia (LC)

Pasticceria: Cumuniello dal 1959

Capo pasticciere: Canio Cumuniello

Genzano di Lucania (PZ)

Pasticceria: De Vivo

Capo pasticciere: Alfonso Schiavone

Pompei (NA)

Pasticceria: Divine Tentazioni

Capo pasticciere: Marco Tateo

Brindisi

Pasticceria: Dolce & Salato

Capo pasticciere: Patrick Zanesi

Liscate (MI)

Pasticceria: Elite

Capo pasticciere: Pietro Cartabia

Vimercate (MB)

Pasticceria: Espresso Napoletano

Capo pasticciere: Salvatore Tortora

Marcianise (CE)

Pasticceria: Ferrante

Capo pasticciere: Massimo Ferrante 

Campomorone (GE)

Pasticceria: Forno Sammarco

Capo pasticciere: Antonio Cera

S. Marco in Lamis (FG)

Pasticceria: Grandi Lievitati Manzotti

Capo pasticciere: Matteo Manzotti

Treviglio (BG)

Pasticceria: Grano – Fornai in fermento

Capo pasticciere: Sergio Scovazzo

Torino

Pasticceria: I Marigliano

Capo pasticciere: Alessandro Marigliano

S. Giuseppe Vesuviano (NA)

Pasticceria: Il Buongustaio

Capo pasticciere: Gianluigi Caccioppoli

S. Antonio Abate (NA)

Pasticceria: Il Forno Rizzo

Capo pasticciere: Alessandro Rizzo 

Tarcento (UD)

Pasticceria: Italo Vezzoli

Capo pasticciere: Italo Vezzoli

Carobbio degli Angeli (BG)

Pasticceria: La Boutique del Dolce

Capo pasticciere: Achille Zoia

Concorezzo (MB)

Pasticceria: La Gioia

Capo pasticciere: Alessandro Spagnoletti

Taranto

Pasticceria: La Granaia Bakery

Capo pasticciere: Francesca Andreani

Reggio Emilia

Pasticceria: La Ruota

Capo pasticciere: Rosetta Lembo

Perdifumo (SA)

Pasticceria: Le Dolcezze

Capo pasticciere: Giovanni Albieri

Occhiobello (RO)

Pasticceria: Mac Mahon

Capo pasticciere: Andrea Rampinelli

Milano

Pasticceria: Mascolo

Capo pasticciere: Giuseppe Mascolo

Visciano (NA)

Pasticceria: Mater

Capo pasticciere: Nicola Guariglia

Salerno

Pasticceria: Melograno

Capo pasticciere: Simone Devasini

Madone (BG)

Pasticceria: Mille Dolcezze

Capo pasticciere: Nicola Obliato

Frattamaggiore (NA)

Pasticceria: Penna Bakery

Capo pasticciere: Luca Penna

S. Maria di Leuca (LE)

Pasticceria: Pentangelo

Capo pasticciere: Aniello Pentangelo

Nocera Inferiore (SA)

Pasticceria: Princess

Capo pasticciere: Nino Crispo

Airola (BN)

Pasticceria: Roberto Pastry & Bakery

Capo pasticciere: Roberto Moreschi

Chiavenna (SO)

Pasticceria: Scarpato

Capo pasticciere: Maurizio Moschetta

Villa Bartolomea (VR)

Pasticceria: Slama

Capo pasticciere: Alessandro Slama

Ischia (NA)

Pasticceria: Sparaco

Capo pasticciere: Guido Sparaco

Castel Morrone (CE)

INTOLLERANZA AL GLUTINE (CELIACHIA)

Panettoni SENZA GLUTINE sono presenti ai banchi Melograno, pasticceria con sede principale a Madone (BG), capo pasticciere Simone Devasini, e Divine Tentazioni, pasticceria di Brindisi, capo pasticciere Marco Tateo.

INTOLLERANZA AL LATTOSIO

Offrono panettoni SENZA LATTOSIO l’appena nominata Pasticceria Melograno (Panettone vegano: non ci sono né burro, né uova), Roberto Pastry & Bakery di Chiavenna (SO), capo pasticciere Roberto Moreschi; la Pasticceria De Vivo di Pompei (NA), capo pasticciere Alfonso Schiavone (Panettone Torta di Mele e Albicocca); Da Slama, pasticceria e panificio di Ischia (NA), capo pasticciere Alessandro Slama, (Classico milanese, Pandoro e Panettone all’Albicocca); la Pasticceria La Ruota di Perdifumo (SA), capo pasticciera Rosetta Lembo, la Pasticceria Armando Pascarella, di San Felice a Cancello (CE), capo pasticciere Armando Pascarella (Panettone con Albicocca Pellecchiella del Vesuvio di produzione propria) e Bruno American Bar, di Ispica, capo pasticciere Bruno Armenia (Dolce lievitato all’olio evo, senza burro)..

PROBLEMI GLICEMICI

Presso il banco dell’Associazione PAART, Movimento per la Pasticceria d’Arte, sono presenti, invece, prodotti CON POCO O SENZA ZUCCHERO AGGIUNTO delle pasticcerie Cappiello di S. Maria Capua Vetere (CE), capo pasticciere Michele Cappiello, Cumuniello di Genzano di Lucania, capo pasticciere Canio Cumuniello, e Sparaco di Castel Morrone (CE), capo pasticciere Guido Sparaco.

Premio Re Panettone® Milano 2023

Questo è l’anno della svolta: il premio si sdoppia. Accanto a quello consegnato dalle Giurie Tecniche, ce ne sarà uno attribuito dalla Giuria Popolare, alla quale potresti partecipare anche tu

Premio Giurie Tecniche

Il premio al miglior panettone e al miglior lievitato innovativo assegnato da Giurie Tecniche è un classico di Re Panettone®, giunto nel 2023 all’undicesima edizione. Le categorie premiate sono come sempre due: Panettone e Lievitato innovativo. Entrambe le giurie si riuniranno qualche giorno prima dell’evento e la proclamazione dei vincitori avrà luogo domenica 3 dicembre alle 18.00. 

Panettone

Alberto Paolo Schieppati, direttore di varie testate enogastronomiche / Presidente

Milanese, giornalista, punto di riferimento nell’editoria del food & beverage. Storico direttore responsabile di Bargiornale dal 1984 al 2000 e di numerosi altri progetti giornalistici a cavallo tra il 2000 e il 2010 (Artù, Monthly Food &Beverage, F&B, Fuoricasa). 

Fiorenzo Ascolese / Vincitore 2022

Cultore delle materie prime del suo territorio e appassionato tecnico dell’arte bianca, Fiorenzo Ascolese ha reso la sua città, San Valentino Torio (SA), una piccola capitale dell’arte lievitata. Non si contano i riconoscimenti di massimo livello da lui ricevuti. Tra i più importanti la conquista di ben due volte del primo posto al Premio Re Panettone® Milano con la sua ricetta del Tradizionale milanese, nel 2017 e nel 2022, e la conseguente partecipazione come membro della giuria nelle edizioni successive, rispettivamente 2018 e 2023. 

Chef: Mattia Girardelli, I Girardelli, Segrate MI

Mattia Girardelli, dopo la scuola alberghiera a Milano, si forma in Germania, Francia e Inghilterra. Rientrato in Italia, segue Filippo Gozzoli nella sua apertura in Duomo. Nel 2007 apre a Segrate col fratello Elia I Girardelli. Selezione dei fornitori, filiera corta, rispetto della natura e dedizione per il cliente sono i suoi punti cardinali. Sposate le idee di Slow Food, collabora con l’ente di Bra per divulgare il suo credo in una cucina buona, pulita e giusta. 

Renato Andreolassi

Giornalista professionista, già vicecapo redattore RAI TGR LOMBARDIA. Curatore della rubrica “Lombardia da scoprire” volta a valorizzare arte, cultura, ambiente e prodotti enogastronomici. Fra i sapori riscoperti: il formaggio Tombea  della Valvestino, il nostrano della Val Trompia e i dolci tipici: la “Spongada” della Val Camonica e Montisola e i “Cerchietti” di Collio. 

Emanuela Balestrino, Tutto Gelato, Pasticceria Internazionale

Emanuela Balestrino, laureata in Lingue e Letterature Straniere all’Università Statale di Milano, giornalista professionista, si occupa da anni di cultura dell’alimentazione, di gelateria e pasticceria artigianale, e di ristorazione. Per la casa editrice Chiriotti Editori scrive per la rivista Pasticceria Internazionale ed è caporedattore del trimestrale TuttoGelato, magazine cartaceo e online.

Chiara Vannini, giornalista free lance

Torinese di nascita, ma di orgoglioso sangue pugliese, collabora ad alcune testate eno-gastronomiche. Ambasciatrice golosa della tradizione dolciaria sabauda e divisa professionalmente fra la tradizione dolciaria del panettone torinese e quella milanese, è pronta a divulgarne curiosità e peculiarità. 

Lievitato innovativo

Mariella Tanzarella, Repubblica / Presidente

Studia (soprattutto le lingue), viaggia, vive a Milano e ogni tanto all’estero. Nel 1978 entra nella redazione di Repubblica, dove si occupa per decenni di cibo, costume, televisione e spettacoli in genere. Dalla nascita di TuttoMilano, nel 1988, ha la rubrica che parla di ristoranti, chef, alimentazione e dintorni. Su Repubblica continua a scrivere; e ha appena aperto il blog “Raccontami una tavola”. 

Alessandro Marigliano / Vincitore 2022

Il maestro Luigi Caputo e il suo celebre fratello Pasquale sono stati i suoi maestri. I loro insegnamenti e un’instancabile volontà di migliorare lo hanno portato a ottenere grandi successi professionali, fra cui il Premio Re Panettone® Milano 2022 per il miglior Lievitato innovativo. Oggi Alessandro dispone di un team che condivide la sua passione, sempre alla ricerca di nuovi stimoli attraverso corsi di aggiornamento presso rinomate scuole d’alta pasticceria italiana. 

Andrea Provenzani, chef illiberty, Milano

Andrea Provenzani apre nel 2002 illiberty, un luogo che accoglie tradizione e semplicità, una fusione tra classico e contemporaneo.
La sua cucina è spesso fatta a mano libera, d’istinto. Andrea si lascia guidare dalla curiosità, che fin da ragazzino ha considerato una risorsa. E non è mai totalmente pago, ama spingersi sempre oltre, cercare il miglioramento in tutto quello che fa. 

Rossella Contato, Pasticceria Internazionale

Laureata in Scienze Alimentari, collabora da oltre vent’anni con riviste tecniche e coordina convegni e corsi di formazione professionale per gli operatori del settore. Si occupa di approfondire la conoscenza di tecnologie produttive, ingredienti, prodotti, packaging, sicurezza igienica e normative, divulgando tali tematiche anche attraverso il proprio blog Saperedicibo.

Fabio Fimiani

Fabio Fimiani è giornalista professionista, lavora a Radio Popolare e collabora a Consumatori di Coop.
È stato capo di gabinetto del sindaco di Pavia, assessore all’ambiente di Sesto San Giovanni e ufficio stampa di Cia, Confederazione Italiana Agricoltori, Centro Lombardia.
E’ maestro assaggiatore e giudice di concorsi caseari Onaf, Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Formaggi.
Cura il blog sulla sostenibilità fabiofimiani.it 

Roberta Rampini

Roberta Rampini, giornalista professionista, corrispondente de “Il Giorno” dal 2000, da cinque anni collabora con Identità Golose, si occupa di cibo e dintorni. Co-autrice del libro Storie di cibo nelle terre di Expo (2015) e autrice del libro Il cibo degli chef (progetto Lions Club Lainate 2019). «Mi piace definire la scrittura un “privilegio per pochi”, le parole immortalano persone e storie, dalla cronaca al food». 

Ecco le prime quindici pasticcerie classificate in entrambe le categorie. Se il nome del capo pasticciere non coincide con (o non è compreso in) quello della pasticceria, è indicato dopo la barra. 

Categoria Panettone

1° Premio
Pasticceria: Roberto Pastry & Bakery

Capo pasticciere Roberto Moreschi
Chiavenna (SO)

2° Premio
Pasticceria: Cappiello

Capo pasticciere Michele Cappiello
S. Maria Capua Vetere (CE)

3° Premio
Pasticceria: Mille Dolcezze

Capo pasticciere Nicola Obliato
Frattamaggiore (NA)


Comi


La Gioia / Spagnoletti


Penna Bakery / Penna


I Marigliano / Marigliano


Ferrante


Dolce & Salato / Zanesi

10°
Melograno / Devasini

Categoria Lievitato innovativo

1° Premio
Pasticceria: Roberto Pastry & Bakery
Nome del dolce: Panettone chiavennasco

Capo pasticciere Roberto Moreschi
Chiavenna (SO)

2° Premio
Pasticceria: Cappiello
Nome del dolce: Melurca

Capo pasticciere Michele Cappiello
S. Maria Capua Vetere (CE)

3° Premio Ex-Aequo
Pasticceria: Ascolese
Nome del dolce: Cioccobabà

Capo pasticciere Fiorenzo Ascolese
S. Valentino Torio (SA)

3° Premio Ex-Aequo
Pasticceria: Bruno Sicilian Finest Tastes
Nome del dolce: Pistarino

Capo pasticciere Bruno Armenia
Ispica (RG)


Mac Mahon / Rampinelli (Nome del dolce: Aperittone)


Dolce & Salato / Zanesi (Nome del dolce: Panettone salato zafferano, luganega, formaggio Castelmagno e noci pecan)


Melograno / Devasini (Nome del dolce: Agrumi d'Italia)


Da Slama / Slama (Nome del dolce: Panettone Wonka)


Mille Dolcezze / Obliato (Nome del dolce: Infinity)

10°
Cumuniello dal 1959 / Cumuniello (Nome del dolce: Pandolce di Monteserico)

Premio Giuria Popolare

Da quest’anno ogni visitatore della manifestazione, d’età dai sedici anni in su e in possesso di uno smartphone, potrà votare per una o entrambe le categorie, Panettone e Lievitato Innovativo. Il diritto al voto si acquisisce tramite la biglietteria di questo sito (voto per una categoria € 6,00, per entrambe € 10,00). I dolci che la Giuria Popolare prenderà in esame saranno i primi dieci di ogni categoria nelle classifiche delle Giurie Tecniche. Gli assaggi avverranno alla cieca, accedendo all’area riservata alla Giuria Popolare al centro della fiera. Le votazioni avverranno online, dal proprio cellulare. I membri della Giuria Popolare godono anche di un altro vantaggio: l’accesso prioritario alla manifestazione. 

Essere in Giuria Popolare a Re Panettone sarà un’esperienza tutta nuova. Può valere la pena, allora, di percorrere tutti i passi che un Giurato dovrà compiere per esercitare il suo diritto.
Per cominciare, chiunque può diventare Giurato Popolare a Re Panettone®, se ha almeno sedici anni compiuti. La prima cosa da fare è acquistare nella Biglietteria del sito web un ingresso con qualifica di Giurato, per una o entrambe le categorie (Panettone e Lievitato innovativo; 6 euro una categoria, 10 euro entrambe).
Il primo privilegio di un Giurato Popolare sarà evitare la coda: all’entrata della manifestazione imboccherà la corsia dell’Accesso prioritario, riservato a giurati, stampa e diversamente abili. Una volta entrato, potrà fare il giro di tutti i banchi, come sempre, per assaggiare, chiacchierare con i pasticcieri e comprare panettoni.

Quando vorrà esercitare il suo diritto di voto, dovrà accedere all’Area Giuria Popolare, che è al centro della manifestazione ed è riservata ai soli Giurati Popolari. Potrà entrarvi grazie al suo Ingresso con qualifica di Giurato. Se sarà in compagnia di un minore di 16 anni, potrà condurlo con sé, anche se non ha diritto di voto. 

Nell’Area Giuria Popolare i Giurati troveranno due buffet, su ciascuno dei quali saranno disponibili i campioni d’assaggio dei 10 panettoni e dei 10 lievitati innovativi in gara, scelti dalle Giurie Tecniche qualche giorno prima e identificati grazie a una lettera dell’alfabeto. 

Prima, durante o dopo gli assaggi, il Giurato dovrà utilizzare il suo cellulare per collegarsi al link o ai link che avrà ricevuto sul suo biglietto. Sullo schermo apparirà una pagina sulla quale assegnare un voto da 1 a 10 ai 10 Panettoni e/o ai 10 Lievitati innovativi. Una volta che il giurato avrà assegnato tutti i voti in maniera convinta, potrà inviarli al sistema, così avrà espresso le sue valutazioni, che, insieme a quelle degli altri Giurati, determineranno i vincitori. 

Il voto potrà essere assegnato in qualsiasi momento della giornata di sabato 2 dicembre e fino alle 17.00 di domenica 3; dopo quell’orario, l’Area Giuria dovrà essere preparata per accogliere la proclamazione dei Vincitori, che avverrà a partire dalle 18.00 di domenica 3 dicembre. E sarà trasmessa in diretta sulla pagina Facebook dell’evento. 

Ecco le prime quindici pasticcerie classificate in entrambe le categorie. Se il nome del capo pasticciere non coincide con (o non è compreso in) quello della pasticceria, è indicato dopo la barra. 

Categoria Panettone

1° Premio
Pasticceria: Roberto Pastry & Bakery

Capo pasticciere Roberto Moreschi
Chiavenna (SO)

2° Premio
Pasticceria: Mille Dolcezze

Capo pasticciere Nicola Obliato
Frattamaggiore (NA) 

3° Premio
Pasticceria: Cappiello

Capo pasticciere Michele Cappiello
S. Maria Capua Vetere (CE)


I Marigliano / Marigliano


La Gioia / Spagnoletti


Melograno / Devasini


Dolce e Salato / Zanesi


Ferrante


Penna

10°
Comi

Categoria Lievitato innovativo

1° Premio
Pasticceria: Roberto Pastry & Bakery
Nome del dolce: Panettone chiavennasco

Capo pasticciere Roberto Moreschi
Chiavenna (SO)

2° Premio
Pasticceria: Cappiello
Nome del dolce: Melurca

Capo pasticciere Michele Cappiello
S. Maria Capua Vetere (CE)

3° Premio
Da Slama
Nome del dolce: Panettone Wonka

Capo pasticciere Alessandro Slama
Ischia (NA) 


Melograno / Devasini (Nome del dolce: Agrumi d'Italia)


Mac Mahon / Rampinelli (Nome del dolce: Aperittone)


Mille Dolcezze / Obliato (Nome del dolce: Infinity)


Cumuniello (Nome del dolce: Pandolce di Monteserico)


Ascolese (Nome del dolce: Cioccobabà)


Bruno / Armenia (Nome del dolce: Pistarino)

10°
Dolce e Salato / Zanesi (Nome del dolce: Panettone salato zafferano, luganega, formaggio Castelmagno e noci pecan)

Premiazione

Incontri

Hanno luogo nell’area Giuria Popolare.

Domenica 3 dicembre, ore 18.00 

Presentazione attività 2023 di PAART Movimento per la Pasticceria d’Arte Ente del Terzo Settore

Domenica 3 dicembre, a seguire 

Premiazione Re Panettone® Milano 2023

Saranno assegnati i premi delle Giurie Tecniche dal Molino Dallagiovanna e quelli della Giuria Popolare da Donq.

Prove d'Artista

Sabato 26 novembre

Sabato 26/11 – ore 11.30

Crostatine di frutta

Pasticciere: Alessandro Slama

La prima edizione del Panettone World Championship, quella del 2019, l’ha vinta lui. È arrivato a questo traguardo partendo dal pane: i suoi avevano e continuano ad avere un importante panificio a Ischia (NA), dal quale nel 2015 si è staccato per creare un suo punto vendita con laboratorio. Nel suo percorso evolutivo ha conosciuto i più grandi lievitisti italiani. Proprio uno di questi, Achille Zoia, era in giuria quando è stato decretato il suo successo mondiale. E il palato di Achille non mente. 

Sabato 26/11 – ore 17.30

Roccocò

Pasticciere: Guido Sparaco

Figlio d’arte di Nicola, e membro di una dinastia di pasticcieri del Casertano, interpreta il suo ruolo puntando a valorizzare le eccellenze del suo territorio, Castel Morrone (CE); non è un caso il suo secondo premio a Regina Pastiera 2022. A volte non disdegna dissodare il campo dei grandi lievitati, come dimostra il suo terzo premio a Regina Colomba 2022. Di recente ha contribuito a fondare PAART, movimento per la pasticceria d’arte, Ente del Terzo Settore, per salvaguardare il patrimonio di conoscenze della tecnica pasticciera. 

Sabato 26/11 – ore 18.30

Candy Project

Pasticciere: Nello Iervolino

Mare e monti hanno ispirato la sua formazione iniziale, divisa tra Ischia, l’isola natia, e Gstaad, nel Cantone Berna, dove trascorre le estati al Grand Hotel Park. Compie altri passi avanti grazie ai suoi incontri con Stefano Laghi, Davide Comaschi, Gianluca Fusto, Luca Montersino, Piergiogio Giorilli ed altre star italiane. Pensa, però, di aver imparato “la vera arte pasticciera” nei tre anni trascorsi a Monaco di Baviera nella pasticceria di Gianluca Marongiu. Oggi vive di nuovo nella sua isola ed è pastry chef del ristorante stellato Indaco, di Pasquale Palamaro. 

Domenica 27 novembre

Domenica 27/11 – ore 11.30

Mò-Mò

Pasticciere: Giuseppe Piffaretti

Mastropiff, per guadagnarsi questo appellativo, ha abbandonato gli studi per la pasticceria, a 17 anni si è innamorato di un pezzo di lievito madre, a 22 ha aperto la sua panetteria-pasticceria a Mendrisio (Lugano) e per due volte ha vinto il premio Mario Turuani. Da bravo svizzero parla sei lingue e collabora con prestigiose scuole di pasticceria in sette paesi di due continenti. Probabilmente per questo gli è venuta un’idea balzana quanto vincente: creare la Coppa del Mondo del Panettone. Una chicca dalla sua filosofia: «Il lievito madre è un amico che non si conosce mai e a volte, come tutti gli amici, ci gioca brutti scherzi, ma questa è la vita e continuerete sempre ad amarlo». 

Domenica 27/11 – ore 16.30

Lievitato con pera e cioccolato

Pasticciere: Helga Liberto

Per buona parte della sua vita è stata docente di Chimica e Tecnologia Alimentare in istituti del Salernitano. Poi la sua passione per il fare, alimentata dal contatto con i più grandi lievitisti e chef, e unita alle sue competenze scientifiche e alle indubbie doti imprenditoriali, l’ha portata ad avviare a Battipaglia (SA) un’azienda innovativa, che ha liberato dalla stagionalità il concetto di grande lievitato. Non stupisce che abbia conquistato il premio Re Panettone® Milano 2021 nella categoria Lievitati Innovativi. 

Laboratori Crescendo

  • I Laboratori Crescendo sono un’attività riservata ai bambini dagli 8 ai 13 anni.
  • NOVITÀ: possono avere accesso ai Laboratori anche bambini di 6 o 7 anni, purché un loro genitore resti accanto a loro per tutta la durata del Laboratorio. NB: al momento della selezione dell’età sulla pagina Biglietteria del sito, inserire 8.
  • Ogni sessione ha la durata di 60-90 minuti ed è riservata a un massimo di 20 bambini.
  • Il costo per la partecipazione è di 12,00 euro. Il pagamento dovrà avvenire tramite la biglietteria presente in questo sito.
  • L’acquisto dell’ingresso al laboratorio è possibile solo previa presenza nello stesso ordine, o in uno precedente, di almeno un ingresso gratuito o come giurato per la stessa giornata, riferito all’accompagnatore del bambino che parteciperà al laboratorio.

  • L’acquisizione di un ingresso con partecipazione ad un laboratorio consentirà al bambino di accedere alla manifestazione con lo stesso biglietto, tramite una delle due corsie disponibili in base alla tipologia di ingresso acquisita dall’accompagnatore: accesso normale (se l’accompagnatore dispone di un ingresso gratuito) o accesso prioritario (se l’accompagnatore dispone di un ingresso come giurato).
  • I bambini dovranno essere accompagnati da un maggiorenne al punto biglietteria dieci minuti prima dell’inizio di ogni laboratorio. Riceveranno un cappellino e un grembiulino e saranno accompagnati nell’area Laboratori Crescendo.

  • Sabato 2 ore 11.00-12.30 Patrick Zanesi, Pasticceria Dolce & Salato, Liscate (MI)
  • Sabato 2 ore 13.00-14.30 Aniello Pentangelo, Pasticceria Pentangelo, Nocera Inferiore (SA)
  • Domenica 3 ore 11.00-12.30 Francesca Andreani, La Granaia Bakery, Reggio Emilia
  • Domenica 3 ore 15.00-16.30 Pietro Cartabia, Pasticceria Elite, Vimercate (MB) 

Sabato 2 dicembre

Patrick Zanesi – Muffin al cacao
11:00 – 12:30
Pasticceria Dolce & Salato, Liscate (MI) 

Patrick Zanesi si avvicina al mondo dei lievitati quando apre il suo primo punto vendita insieme alla moglie Simona, nel 2000. Qualche anno dopo entra nel prestigioso Richemont Club Italia, che gli assegna subito l’ambito riconoscimento “panettone d’autore”. Dopo essere entrato in altri ambìti circoli professionali, nel 2023 si classifica al secondo posto nel Premio Regina Colomba e partecipa per la prima volta a Re Panettone. 

Aniello Pentangelo – Frollinopanettone
13:00 – 14:30
Pasticceria Pentangelo, Nocera Inferiore (SA) 

Svolge l’attività di pasticciere da vent’anni, avendo abbracciato l’attività familiare con vera passione. Ha frequentato numerosi corsi tenuti da celebri nomi della pasticceria italiana. Il suo modo di approcciare la pasticceria è rispettoso della tradizione, ma non al punto di disdegnare l’innovazione, quando è ben motivata. La selezione di materie prime eccellenti è per lui una religione quotidiana.  

Domenica 3 dicembre

Francesca Andreani – Frollini nelle formine di Natale
11:00 – 12:30
La Granaia Bakery, Reggio Emilia 

Francesca ha ventott’anni. La sua giovane età non induca in inganno: dopo un corso di panetteria e pizzeria presso l’Università del Gusto ha fatto numerose esperienze in Toscana, a Bologna e a Milano, dove ha lavorato presso Eataly e il Forno Marinoni. Nel 2020 ha aperto un suo locale: La Granaia Bakery a Reggio Emilia. La sua proposta, attenta alla digeribilità e alla valorizzazione del territorio, utilizza materie prime selezionate e lavorate con cura. 

Sergio Scovazzo – Biscotti con avena, uvetta e cannella
13:00 – 14:30
Grano – Fornai in fermento, Torino 

Sono Sergio Scovazzo, socio e fornaio di Grano, un’attività che si occupa di prodotti da forno a 360° per tutti i momenti della giornata, dalla colazione alla cena. Amo sperimentare, e sono ossessionato dal dettaglio. Credo nel mondo della bakery come strumento di inclusione sociale e di condivisione, oltreché di valorizzazione delle
materie e della filiera. 

Pietro Cartabia– Decorazione della casa e degli omini di zenzero
15:00 – 16:30
Pasticceria Elite, Vimercate (MB) 

“A volte, più dell’obiettivo, è la strada che fai per raggiungerlo l’aspetto più importante”.
Trentadue anni, un susseguirsi di traguardi. La prima esperienza di pasticceria nel ristorante Armani Nobu a Milano. Poi pastry chef da A Spurcacciuna a Savona per poi volare a Londra dove lavora un anno e mezzo come pasticcere nel luxury Hotel Four Seasons. Seguono un corso di Alta Formazione Pasticciere in CASTAlimenti, tre anni alla Pasticceria Martesana di Milano, uno nella pasticceria di Gary Rulli a San Francisco e altri tre da Marchesi, Gruppo Prada. Oggi è capo pasticciere. 

  • Nella sezione qui sotto è possibile acquistare l’ingresso ad un laboratorio, aggiungendolo al carrello. Nel pagina del carrello sarà possibile modificare la quantità di ingressi e procedere alla cassa. Nella pagina della cassa si potrà completare l’ordine inserendo i dati dell’acquirente e dei singoli partecipanti.
  • Per richieste di supporto, scrivere a assistenza@repanettone.it.

LABORATORI – Domenica 03/12

Francesca Andreani 
Ore 11.00-12.30 

12,00 

Pietro Cartabia
Ore 15.00-16.30 

12,00 

LABORATORI – Sabato 02/12

Patrick Zanesi 
Ore 11.00-12.30

12,00 

Aniello Pentangelo 
Ore 13.00-14.30 

12,00 

Galleria Evento
Si ringraziano:

Organizzatore

Main sponsor

Sponsor

Con la collaborazione di: